Sicurezza stradale

Consigli pratici per una maggiore sicurezza in auto

In auto ci si comporta spesso come nelle altre faccende quotidiane: tutto dev’essere fatto in fretta. Di conseguenza capita spesso di trascurare il comfort e, quel che è peggio, anche la sicurezza. Purtroppo, anche l’automobilista più attento e prudente può essere coinvolto in un incidente. Anche per questo nel 1999 in Svizzera è stato introdotto l’obbligo di indossare le cinture di sicurezza. Il che è un bene, visto che le cinture possono salvare delle vite in caso d’emergenza. A patto però che vengano posizionate correttamente. La cintura addominale va tenuta bassa, sopra le ossa pelviche sotto la fibbia, ed essere tesa, mentre quella diagonale non deve premere sulla gola né essere attorcigliata. Solo a queste condizioni la cintura di sicurezza può svolgere in modo ottimale il suo compito di ritenuta.

Il corretto posizionamento della cintura di sicurezza è solo uno dei diversi punti che devono essere considerati prima della partenza. Talvolta possono bastare semplici accorgimenti per scongiurare le conseguenze di un incidente. Si inizia dagli specchietti retrovisori esterni e interni, che prima della partenza devono essere regolati correttamente, e si prosegue con la sistemazione del sedile e del poggiatesta.

Il sedile va regolato con precisione

Per prima cosa vanno regolate le posizioni del sedile. Molti automobilisti regolano il sedile solo in modo approssimativo e provvisorio, magari spostandolo un po’ in avanti o indietro o modificando l’inclinazione dello schienale. Ciò però non basta. Proprio per quanto riguarda le posizioni del sedile è importante la precisione e la prevenzione. Durante viaggi lunghi evitate così l’intorpidimento delle gambe e il mal di schiena. Per un comfort di seduta ottimale, l’altezza va regolata in modo che l’altezza degli occhi si trova a circa metà del parabrezza. In tal modo, avete sempre sott’occhio non solo l’ambiente circostante ma anche tutti gli strumenti importanti sul cruscotto.

La superficie di seduta deve essere posizionata in modo che premendo il pedale della frizione il ginocchio rimane leggermente piegato. È importante anche l’impostazione dello schienale. Questo deve essere il più verticale possibile. Inoltre il sedere e le spalle devono essere appoggiati il più possibile allo schienale. È altresì importante che la leva del cambio, gli strumenti e il volante siano facilmente raggiungibili.

Poggiatesta: meglio alto che basso

A basse velocità o alla fermata a un semaforo un urto posteriore può provocare lesioni alla nuca. Con la giusta impostazione del poggiatesta si può ridurre il rischio di lesioni da collisioni. La regolazione dei poggiatesta deve essere quindi considerata con la stessa attenzione come quella delle cinture di sicurezza. I poggiatesta si trovano alla giusta altezza quando il bordo superiore è all’altezza della sommità del capo. In caso di dubbio, è sempre meglio posizionare il poggiatesta più in alto che in basso.

Da non dimenticare, infine, il volante, uno degli strumenti più importanti di ogni veicolo. Solo quando il volante è posizionato correttamente si può reagire in situazioni estreme velocemente e con sicurezza. La distanza ottimale si raggiunge quando il polso con il braccio teso poggia sul bordo superiore del volante. Guidando occorre tenere il volante nella posizione tipo orologio «un quarto alle tre» – la mano sinistra è da tenere a ore 9, quella destra a ore 3. Il volante non è mai da racchiudere con il pollice, perché in caso di apertura dell’airbag potrebbe rappresentare un rischio di lesioni.

Foto: iStock

Autore: Daniel Schriber

Le piace l'articolo?:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.