20a esposizione speciale al Pantheon di Muttenz

Dal carretto al furgone

https://blog.acs.ch/wp-content/uploads/2017/09/sonderausstellung-pantheon_01-1.jpg
pantheon_1
https://blog.acs.ch/wp-content/uploads/2017/09/sonderausstellung-pantheon_02-e1518444242653.jpg
pantheon_2
https://blog.acs.ch/wp-content/uploads/2017/09/sonderausstellung-pantheon_03-e1518444227580.jpg
pantheon_3
https://blog.acs.ch/wp-content/uploads/2017/09/sonderausstellung-pantheon_04-e1518444141421.jpg
pantheon_4

La 20a esposizione speciale al Pantheon Basel è dedicata a un tema vecchio quanto l’uomo. Da quando popoliamo la Terra, trasportiamo cose. I figli, la preda, la legna d’ardere, alimenti, attrezzi, materiale edile, armi. Inizialmente avevamo a disposizione solo mani, braccia e spalle; ma con l’invenzione della ruota il trasporto è diventato molto più facile.

Da più di cinque millenni i nostri antenati hanno trasportato le loro cose con carretti e carri spinti o trainati a mano o con l’aiuto di animali quando se li potevano permettere. Nell’ottica odierna, dev’essere stata una vita molto faticosa. Solo con lo sviluppo delle ferrovie, l’invenzione dell’automobile e la conseguente realizzazione di reti di comunicazione si è diffusa nel 19° secolo la mobilità delle merci, che fino ad allora aveva avuto luogo in grande stile solo sugli oceani, da porto a porto. Autocarri, omnibus e altri mezzi di trasporto hanno affiancato l’automobile fin dalle origini. Si direbbe che la loro importanza sia seconda solo al desiderio umano di mobilità individuale.

Oggi i furgoni costituiscono l’ultimo anello della catena della logistica dei trasporti. Ciò che giunge nei grandi centri di distribuzione tramite nave, ferrovia e autocarri viene trasportato per mezzo di furgoni nei negozi dei centri o direttamente alle economie domestiche. In corrispondenza al traffico in generale, anche il trasporto merci locale è enormemente aumentato, ivi compreso quello degli artigiani che circolano tutti i giorni con i loro magazzini viaggianti e le loro officine nel furgone. A questi vettori dobbiamo aggiungere i minibus che trasportano scolari, manodopera e viaggiatori da A a B. E quando di tanto in tanto viene caricata o scaricata merce con conseguente blocco della circolazione e code, possiamo arrabbiarci ma anche prenderla con filosofia considerando che, da quando esiste l’uomo, trasportiamo cose o sul groppone o col furgone.

L’esposizione dal carretto al furgone intende presentare lo sviluppo del piccolo trasporto merci nel corso degli ultimi 150 anni. I veicoli esposti narrano una moltitudine di storie talvolta singolari. Alcuni racconti suscitano un sorriso, altri sorprendono e fanno riflettere.

Esposizione dal carretto al furgone ancora fino al 15 ottobre 2017

Pantheon Basel AG, Hofackerstrasse 72, CH-4132 Muttenz
Orari d’apertura: da lu a ve: dalle 10 alle 17.30 / sa e do: dalle 10 alle 16.30
Prezzo d’entrata: CHF 10.-

Altre informazioni: www.pantheonbasel.ch

Foto: Pantheon Basel

Autore: Stephan Musfeld

Le piace l'articolo?:

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.