Equipaggiamento obbligatorio

Equipaggiamento obbligatorio – La vostra auto è pronta per l’Europa?

L’avrete intuito, la varietà dei Paesi europei in fatto di paesaggio, lingue e culture si riflette anche sulle prescrizioni concernenti l’equipaggiamento di bordo.

Obbligatorio in tutta l’UE

Su alcune cose i legislatori europei concordano: l’obbligo dell’adesivo CH, ora disponibile in versione staccabile e riutilizzabile (www.shop.acs.ch), di un kit di pronto soccorso e del triangolo. In singoli Paesi esistono tuttavia prescrizioni diverse relative alla scadenza del kit di pronto soccorso e al suo contenuto. Inoltre, in Croazia e Slovenia sono richiesti 2 triangoli.

In 16 Paesi su 26 sono obbligatori i giubbotti riflettenti; in parte per ogni persona a bordo.
Molto meno frequente è l’obbligo di tenere a bordo lampadine di riserva ed estintori.

Una panoramica degli articoli obbligatori a bordo nei Paesi dell’UE è contenuta in quest’elenco (PDF).

Equipaggiamento obbligatorio (PDF)

 

Obbligatorio in alcuni Paesi dell’UE

Gli estintori devono essere tenuti a bordo in quattro Paesi: Bulgaria, Grecia, Lituania, Romania. In Spagna non è permessa la circolazione senza pneumatico di scorta. Le lampadine di riserva sono richieste in Bosnia-Erzegovina e Croazia mentre altri otto Paesi ne raccomandano la tenuta sul veicolo.

Fari diurni in Scandinavia

Oltre alla dotazione di sicurezza, spesso veniamo interpellati sulle disposizioni concernenti la circolazione con i fari accessi di giorno. Sono complessivamente 20 i Paesi dell’UE che lo richiedono, in parte ovunque, in parte solo fuori dagli abitati.

La circolazione con i fari diurni o anabbaglianti accesi costituisce un importante contributo alla riduzione degli incidenti.

Nei seguenti paesi vige l’obbligo di circolazione con luce diurna:

Bosnia-Erzegovina: all’interno e fuori delle località
Bulgaria: all’interno e fuori delle località
Croazia: all’interno e fuori delle località, da fine ottobre a fine marzo
Danimarca: all’interno e fuori delle località
Estonia: all’interno e fuori delle località
Finlandia: all’interno e fuori delle località
Islanda: all’interno e fuori delle località
Italia: solo fuori delle località
Lettonia: all’interno e fuori delle località
Lituania: all’interno e fuori delle località
Macedonia: all’interno e fuori delle località
Montenegro: all’interno e fuori delle località
Norvegia: all’interno e fuori delle località
Polonia: all’interno e fuori delle località
Portogallo: su determinate tratte
Repubblica Ceca: all’interno e fuori delle località
Romania: solo fuori delle località
Russia: solo fuori delle località
Serbia: all’interno e fuori delle località
Slovacchia: all’interno e fuori delle località
Slovenia: all’interno e fuori delle località
Svezia: all’interno e fuori delle località
Svizzera: all’interno e fuori delle località (in vigore dal 2014)
Ungheria: solo fuori delle località

Altre informazioni sui viaggi in Europa sul nostro sito .

Autore: Janine Weise

Le piace l'articolo?:

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.