ACS Expertentipp

Consiglio degli esperti – in estate si raccomanda di indossare occhiali da sole quando si guida

Non tutti gli occhiali da sole sono adatti per la guida

Le alte temperature d’estate possono innervosire l’automobilista e la luce vivida e i riflessi abbagliare il conducente. Le conseguenze sono spesso uno stile di guida più aggressivo e un maggiore rischio d’incidenti. Chi viaggia in auto dovrebbe pertanto regolare l’impianto di climatizzazione tra i 21 e i 23 gradi e tenere sempre a portata di mano un paio di occhiali da sole. Però non tutti gli occhiali da sole sono idonei per la guida di veicoli.

Teoricamente, buoni occhiali da sole offrono la protezione più efficace contro la luce intensa. Però gli automobilisti devono tenere conto della colorazione e dell’oscuramento delle lenti. Se il colore delle lenti è ad esempio rosso, blu o arancione non dovrebbero essere usate nella circolazione stradale, perché potrebbero alterare il colore dei cartelli stradali e dei semafori. Gli occhiali da sole non devono essere neppure troppo scuri. La cosiddetta categoria di riduzione della luminosità o del filtro solare offre le informazioni necessarie. Fino alla categoria 3 la percentuale di luce trasmessa è sufficiente, ma la categoria 4 non è più idonea alla guida di veicoli. Chi intravvede appena la strada si comporta in modo negligente. Le informazioni sul potere filtrante sono indicate sul lato interno della stanghetta, la scritta «Cat. 3» corrisponde per esempio alla categoria di riduzione della luminosità 3.

Chi vuole proteggersi da effetti abbaglianti dovrebbe prendere in considerazione occhiali a lenti polarizzanti. Le lenti con filtro polarizzante integrato costano di regola un po’ di più, ma possono minimizzare le riflessioni come quelle risultanti su strade bagnate. Gli occhiali da sole con filtro polarizzante sono adatti tutto l’anno, per esempio d’inverno possono assorbire efficacemente le riflessioni dovute a neve o ghiaccio. Anche le lenti degradanti sono generalmente più care, ma hanno il vantaggio di permettere ai conducenti di vedere bene il tachimetro in vicinanza e la strada in lontananza.

Chi comunque è un portatore d’occhiali può completare il dispositivo con sovraocchiali da sole. In questo caso la montatura allargata è semplicemente sovrapposta agli occhiali da vista. Per tutti gli occhiali vale la regola: la montatura e le stanghette dovrebbero essere possibilmente sottili per non limitare il campo visivo.

Foto: jri

Autore: Jens Riedel

Le piace l'articolo?:

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.