opel-x-champs

Novità

Opel X-Champs: motori puliti per il trio X

La linea Crossover della Opel, che comprende la Mokka X, la Crossland X e la Grandland X si è riaggiornata installando dei Motori Euro 6d TEMP. Il marchio riesce così a soddisfare i futuri standard antinquinamento più severi. In questo modo, i proprietari dei veicoli non dovranno preoccuparsi dei possibili divieti di circolazione in città.

Il ciclo WLTP, introdotto l‘anno scorso e obbligatorio per tutte le autovetture di nuova immatricolazione dal 1. settembre 2018, unito al massiccio inasprimento del valore limite di emissioni di 95 CO2/km a partire dal 2020, ha posto i costruttori di automobili di fronte a sfide importanti. Benché il ciclo WLTP venga sempre svolto in condizioni di laboratorio, corrisponde molto di più al comportamento reale alla guida rispetto al NEDC, suo predecessore. Vengono prese in considerazione velocità più elevate per periodi di tempo più lunghi e un minor numero di fasi di tenuta. Ogni tipo di veicolo è sottoposto a prova nella sua versione più leggera e pesante.

Opel X-Champs 01

“Opel desidera ricoprire un ruolo di rilievo nella corsa ai motori più puliti e, allo stesso tempo, offrire la massima trasparenza”, promette la casa costruttrice di Rüsselsheim. Già oggi, ben 85 varianti del motore del marchio soddisfano gli standard di emissione Euro 6d-TEMP. Attualmente, questi motori sono disponibili anche per i tre modelli di SUV dell’Opel. Nella Mokka X, ad esempio, il turbo da 1,4 litri con 120 cavalli sostituisce la vecchia pompa a benzina da 1,6 litri. Il nuovo motore sviluppa cinque cavalli in più del suo predecessore e consuma un moderato 6,6 l/100 km. Il prezzo di vendita della Mokka X è di CHF 22’950. Per la Crossland X (da CHF 18’800) e la Grandland X (da CHF 24’100), è ora disponibile un tre cilindri da 1,2 litri.

Il  motore a benzina turbocompressa a iniezione diretta sviluppa 130 cavalli, con un consumo di 5,3 l/100 km (121 g/km di CO2). La trazione anteriore Grandland X è ora disponibile anche con motore diesel da 1,5 litri (130 CV/4,2 l/100 km e 110 g/km di CO2) e va ad integrare il motore diesel da 177 cavalli (4,9 l/100 km e 128 g/km di CO2). I due motori diesel Euro 6d-TEMP di serie possono essere abbinati ad un nuovo cambio automatico a 8 rapporti.

L’Opel può essere soddisfatta delle cifre di vendita dei suoi tre modelli X. Le vendite sono aumentate del 2,8%, raggiungendo il 17,5% in un anno. Entro il 2021, tuttavia, l’azienda di Rüsselsheim punta a raggiungere il 40% nel segmento in crescita dei SUV. Per fare questo, i tre modelli X saranno ulteriormente migliorati. Entro pochi mesi, tutti i motori a benzina saranno dotati di un filtro antiparticolato, i motori diesel con catalizzatori SCR con iniezione di urea per ridurre gli NOx.

In Svizzera, la famiglia X è sulla buona strada per raggiungere i suoi obiettivi. Nei primi cinque mesi dell’anno, il 37% dei clienti Opel ha scelto un modello X. Nel 2020, la linea X vedrà un’ulteriore impennata quando la Grandland X verrà commercializzata anche con un motore ibrido ricaricabile (PHEV) e trazione integrale. Si calcola svolgerà un ruolo fondamentale nella strategia di elettrificazione di Opel e si prevede verrà prodotta nella catena di montaggio dello stabilimento di Eisenach.

Foto: Werk

Autore: Markus Rutishauser

Le piace l'articolo?:

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.